Eventi in programma . . .

15-23 Maggio 2010 - IV Edizione
Frosinone - Casa della Cultura


Volantino Manifestazione
Programma Manifestazione

News . . .

Articolo "Ciociaria Oggi" su mostra a Veroli

3-11 Maggio 2008 - IIa Edizione "Ciociaria Sylvatica"

Corso "Conoscere la Natura" dal 21 Agosto 2008

Le notti delle farfalle 26-27-28 Luglio 2008

Comunicato Stampa - 09 Maggio 2008

Comunicato Stampa - 07 Maggio 2008

Passeggiata inaugurale manifestazione "Ciociaria Sylvatica" - 06 Maggio 2008

Fabio è nato in Abruzzo nel 1969, ha vissuto per un periodo in Umbria e dal 1981 risiede ad Alatri in provincia di Frosinone. Laureato in Scienze Biologiche presso l’Università La Sapienza di Roma, conduce da diversi anni ricerche sull’ortotterofauna dei rilievi del Lazio meridionale. Attualmente è impegnato nel campo della formazione e dell’aggiornamento professionale tenendo lezioni e seminari su tematiche relative alla zoologia, alla lotta biologica in agricoltura e alle emergenze ambientali. Come presidente dell’Associazione Sylvatica è spesso impegnato, purtroppo, in riunioni ed uffici vari che gli impediscono di vivere a contatto con la natura come vorrebbe. Claudio è nato a Roma il 06-08-1955, laureato in Scienze Biologiche, è dipendente dell’A.S.L. di Frosinone. Micologo, Malacologo e fotografo naturalista, organizza annualmente mostre micologiche.

Bruno è nato ad Alatri ( FR) il 31-10-1954. Marcello è nato a Caserta (CE) il 06-01-1969, laureato in Scienze Motorie e Fisioterapia è dipendente dell’A.S.L. di Frosinone. Andrea è nato a Roma il 16 gennaio 1973, ha studiato Botanica e Floricoltura presso l’Orto Botanico di Roma ed Entomologia alla Facoltà di Scienze MFN dell’Università “La Sapienza”;. Ermanno è nato a Milano il 23/08/1961, risiede ad Olevano Romano. Si interessa di ornitologia e, più in generale, di fauna, di Orchidee selvatiche e di numerosi altri settori naturalistici. Laureato in Scienze Naturali, con tesi sperimentale in Zoologia, presso l’Università di Napoli dove ha partecipato a numerose attività a carattere ornitologico, faunistico ed ecologico. Ha collaborato col Parco dei Monti Simbruini. Ha preso parte a numerose edizioni dei progetti di ricerca dell’ISPRA “Piccole Isole” e “Rondine Euring”. Socio esperto dell’Associazione Italiana Naturalisti.

Alessandro è nato a Sora (FR) il 05-07-1985, laureato in Tecniche della Prevenzione presso l’universita “La Sapienza” di Roma è dipendente dell’A.S.L. di Macerata. Micologo e fotografo naturalista, organizza annualmente mostre micologiche didattiche nelle Regioni Lazio, Campania e Marche. Partecipa in qualità di relatore ed organizzatore a convegni ed incontri di carattere scientifico e divulgativo in campo micologico. Dall’anno 2010 svolge corsi di formazione per raccoglitori Micologi, autorizzati dalla regione Marche, presso la Provincia di Macerata.

Fara è nata a Mantova il 10/02/1983, ed è residente a Triggiano (BA). Angela è nata l’1-08-1983 a Boiano (CB), dove risiede, è da sempre appassionata della natura e ama viverla attraverso passeggiate, fotografia e incontri ravvicinati!

Cose che non sapevate riguardo all’ambiente e all’ecologia

L’inquinamento ambientale è responsabile di molte alterazioni dell’ambiente che ci circonda, non solo dal punto di vista del territorio ma anche della flora e della fauna che caratterizzano contesti geografici tra loro differenti. Si manifesta in diverse forme, da quello luminoso a quello atmosferico, passando anche per quello acustico: tutte però hanno il medesimo risultato e cioè il progressivo danneggiamento di angoli verdi, la perdita di spazi puri e incontaminati, la carenza di risorse naturali pulite e la scomparsa di specie animali che per secoli e secoli hanno popolato il nostro pianeta.

Ciò ovviamente colpisce anche la qualità della vita umana e la possibilità di godere di un ambiente pulito e sicuro in cui poter vivere. Se un posto viene danneggiato e alterato dall’intervento umano, quasi sempre mosso da ragioni economiche e speculative, tutti ne veniamo influenzati in maniera negativa. Certamente avrete avuto modo di passeggiare per uno dei tanti parchi che affollano le grandi città, magari in compagnia di una escort Italia che si possono trovare su http://www.escortitalia.com/, e sarete stati testimoni di come troppo spesso tendiamo a dimenticarci dell’ambiente. Spazzatura, mozziconi di sigaretta, rottami, cartacce, pezzi di vetro e bottiglie di plastica vengono lasciate alla deriva, in attesa che qualcun altro pensi a risolvere il problema.

Con amici, parenti ed escort Italia potrete discutere animatamente sulle motivazioni che portano l’essere umano ad essere così negligente e a considerare la spazzatura lasciata da altri come un problema esterno. È proprio dalle riflessioni che avrete con la vostra escort Italia che inizierete a comprendere l’importanza della protezione ambientale, dal momento che qualsiasi tipo di rifiuto che inquina il territorio diventa alla fine un problema dell’intera comunità. Questo perché è l’intera comunità a dover condividere spazi ed aree verdi ed è dovere di ogni singolo membro cercare di non danneggiare l’ambiente circostante, così come quello di far notare comportamenti scorretti e mancanza di educazione in fatto di ambiente.

Forse già avrete visto, durante un’escursione o una passeggiata insieme alla vostra escort Italia, che a volte il problema si pone all’origine, e cioè nell’assenza di un codice comportamentale comune e condiviso, la mancanza di conoscenza e coscienza che ci permette di riconoscere come i nostri gesti influenzano inevitabilmente il luogo in cui viviamo. Con conseguenze dal prezzo molto alto, soprattutto per quanto riguarda il periodo a lungo termine.

È in questo senso che opera l’ecologia in effetti, scienza che si occupa di analizzare le relazioni fra l’ambiente e gli organismi che lo popolano. Sapendo come agiscono e si sviluppano certe tipo di interazioni e processi biologici, l’ecologia mette in guardia l’uomo sui potenziali rischi e i possibili danni del suo intervento sull’ambiente e dei suoi comportamenti abituali.

L’idea di fondo è che non bisogna pensare al singolo posto in cui si vive o che si è abituati a vedere ma avere una prospettiva più ampia del mondo, proprio perché un piccolo cambiamento o evento inusuale può stravolgere completamente l’equilibrio ambientale ed andare a ripercuotersi anche nella zona a voi così familiare.